Prostituta adesca un ragazzo: “Vieni da me”. Alla fine intervengono i Pompieri

Un ragazzo adescato e portato a casa per sesso, poi una rapina finita male. Sono stati arrestati con questa accusa un uomo e una donna originari della Romania, la 28enne Maria Brindusa e il 32enne Mihai Narcis Toropoc. Secondo quanto emerge dalla ricostruzione degli inquirenti, la donna, una prostituta, ha adescato un ragazzo di 21 anni vicentino e l’ha portato a casa sua. Mentre consumavano la prestazione è arrivato l’uomo e la Brindusa ha invitato il suo partner a nascondersi in bagno. Era una trappola: il giovane è stato minacciato dai due che gli hanno preso il cellulare e gli hanno chiesto altri 150 euro, oltre al costo della prestazione. Lui è andato al bancomat a prelevare ma nel frattempo ha avvertito anche i Carabinieri, che hanno provato a fare irruzione nell’appartamento ma non ci sono riusciti. I due malviventi infatti si erano asserragliati in casa chiudendo la porta blindata, e per catturarli sono dovuti intervenire i Pompieri, che hanno sfondato la porta e hanno fatto sì che i CC potessero completare il loro lavoro. I due sono stati arrestati in flagranza di reato con l’accusa di estorsione continuata in concorso.